Foto: ©

Da Lavello a Roma fino in Francia. È il cammino trionfale di Mauro Conte, un ragazzo lucano di 27 anni, con la passione per il teatro.

Nato a Melfi, Mauro vive a Lavello fino all’età di 19 anni. Poi si trasferisce a Roma per inseguire il suo sogno: diventare un attore. Dopo tanti anni di studio, teatro e sacrifici, l’anno scorso partecipa come co-protagonista ad un film francese “Impardonnables” di André Téchiné, con André Dussollier, Carole Bouquet e Adriana Asti.

Il film è stato presentato nella Quinzaine des Réalisateurs, sezione parallela del Festival di Cannes. “Ho avuto l’onore di essere invitato e per me è stata una esperienza fantastica”, è il commento di Mauro Conte, che ha avuto molte recensioni positive in Francia.

Liberation scrive “Non ci si meraviglierà dunque se la parte migliore di Impardonnables è quella in cui Téchiné osserva e sviluppa il personaggio di Jeremie, a cui il giovane Mauro Conte dona una consistenza superba. E’ il più ferito e il meno “perdonabile” di tutti. Ma è proprio per questo che funziona”.

L’Humanité lo definisce “ragazzo tenebroso”, mentre Les InRocks dice che Mauro Conte è “un giovane esordiente che interpreta un ragazzo ipersensibile tipicamente téchinéniano”. E ancora applausi anche da MyMovies: “Bravo anche Mauro, il ragazzo dagli occhi pesti, che nulla vuole toccare, nemmeno il corpo malato della madre”. 

Fonte: MelfiLive.it
Annunci