me

Hey ciao e benvenuto/a nel mio blog! 🙂

Mi chiamo Mauro, ho 28 anni e sono nato a Lavello, un piccolo paese tra le terre Murge e l’alto-vulture lucano (ebbene sì….la Basilicata esiste!). Da buon terrone, all’età di 18 anni sono uscito di  casa per andare a studiare a Roma ed ora, dopo essermi finalmente laureato in Organizzazione e Marketing per la comunicazione d’impresa all’Università la Sapienza, dopo 8 anni di vita romana ho finalmente intrapreso una nuova e importante esperienza lavorativa….tornando nella mia terra, dopo una precedente esperienza professionale/annuale a Roma.  (incrociate le dita per me!)

Che dirvi di me? Beh, dicono che sia un tipo socievole, aperto e adoro fare sempre nuove esperienze. Mi piace informarmi in Rete di ciò che accade nel mondo e di tutto ciò che ruota intorno alle tecnologie e al marketing, andare al cinema, sentirmi  un po’ di sana musica o farmi una corsetta al parco per tenermi un po’ in forma (visto che ho messo sù qualche KG di troppo). Da registrare una breve ma intensa esperienza a RadioSapienza, dove ho curato l’area web e a sprazzi mi sono improvvisato anche come speaker!

Da grande spero di diventare un buon esperto di marketing  o comunque realizzarmi in qualche ambito collegato alla comunicazione  e….perchè no, diventare anche un buon chitarrista (cosa meno probabile!)

Ah..non vi ho ancora parlato della SPETTACOLARE ESPERIENZA ERASMUS che ho avuto occasione di vivere nel Belgio, e precisamente nella fiorente cittadina (definita della “guindaille” dai belgi) Louvain-la-neuve, nota a più non solo per il suo centro cattolico universitario stile Cambridge, la 24h Velo (l’evento annuale più atteso dagli studenti) e i suoi eventi e beer pub oltre che per i famosi “Circles” tra cui la Grand CASA (di cui non basterebbe un intero blog per descrivere le emozioni provate dentro quel postaccio) !! 😀 DSCN0850

Ora vi chiederete…ma come mai ti è venuto in testa di andare proprio lì e non magari nella caliente SPAGNA come di solito fanno la maggior parte degli studenti che partono in Erasmus??
Beh non saprei darvi una risposta precisa! Boh…forse l’istinto, la voglia di fuggire in un altro Paese diverso dall’Italia per conoscere nuove tradizioni e migliorare la lingua. Ancora oggi mi domando quale sia stata la vera ragione che mi abbia spinto a fare questa scelta così azzardata.
Tutto è cominciato un giorno di marzo, un giorno qualsiasi, mentre ero alla ricerca di un argomento per il mio progetto di tesi. Decido di approfondire il tema dell’e-learning e delle
piattaforme collaborative e allo stesso tempo di cambiare aria!  Così faccio domanda per la borsa di studio Erasmus. Confesso! inizialmente stavo per cedere alla tentazione di andare in Spagna…(indovinate un pò il motivo?) ma poi, facendo una ricerca su internet e confrontando le varie università europee per vedere quella che faceva più al caso mio mi spunta fuori un articolo: LOUVAIN-LA-NEUVE:UN CASO DI ERASMUS SENSATO”.

Pensai, non è mica male questo Belgio! Nonostante la diffidenza dei miei amici e la non profonda conoscenza del posto ero sicuro che questa fosse stata la scelta giusta per me.
Saluto la mia famiglia e i miei cari con gli occhi ricolmi di speranza, agitazione e adrenalina.

In un schioccare di dita mi ritrovo, a fine febbraio 2013, a prendere l’aereo destinazione Bruxelles Charleroi e a immergermi in un universo parallelo dove tutto è nuovo, (tutto è così freddo) ma allo stesso tempo così perfetto per uno studente.
Certo, i primi giorni sono stati un pò traumatici per via delle varie pratiche burocratiche, la ricerca della casa e tutto il resto, ma ho pensato: cavolo, questa è una MIA SCELTA…e soprattutto una sfida con ME STESSO: cominciare una nuova vita, in un nuovo Paese con una nuova università, una nuova lingua e nuove persone da scoprire. In più non hai alcun tipo di legame a cui poterti aggrappare. Skype apparte, si potrebbe definire come l’essenza prima della libertà.

E allora mi butto Anversaa capofitto in questa folle avventura, divento una spugna e cerco di prendere il meglio da tutto e da tutti. Mi accorgo di essere partito italiano, lucano, forse metà romano, ma di far parte di un qualcosa di più grande, che non ha barriere, che non ha confini.
Quello che ho capito in questa breve ma intensa esperienza è che stando a contatto con gente di cultura diversa o visitando posti lontani dall’Italia è che non finisci mai di sorprenderti o di restare colpito dalla semplicità e dal fatto che in fondo non siamo tutti così diversi.
Dopo soli cinque meDSCN0679si (ahimè) posso tranquillamente dire che di cose strane e di esperienze positive (e anche negative) ne ho vissute un bel pò…ma sono felice di questa esperienza e vorrei tanto ritornare indietro e rivivere per ogni istante quella fantastica esperienza, perchè in fondo, come ho letto da qualche parte:

Un viaggio è sempre una scoperta, prima di luoghi nuovi è la scoperta di ciò che i luoghi nuovi fanno alla tua mente e al tuo cuore. Viaggiare è sempre, in qualche forma, esplorare se stessi.” 

 (Stephen Littleword, pubblicitario e scrittore contemporaneo)       

GOD SAVE ERASMUS!!  

Louvain-la-neuve….jamais je t’oublierai!!!

Louvain-la-neuveDSCN1331

Annunci